Welcome to Padova Jazz Club

 

Il 20 dicembre 1937 un gruppo di giovani padovani

animati dalla comune passione per il jazz fondava

l'Hot Club Padova.

 Questi i loro nomi :

Renzo Forcellini

Franco Fayenz

Romano Del Forno

Pierfranco Bertolini

*****

Il Padova Jazz Club

porta avanti con entusiasmo e massima serietà questa lodevole

iniziativa promuovendo seminari e concerti incentrati sul jazz.

 Presidente è il dixielander padovano Alberto Maria Cipolli ,

che profonde in esso tutte le sue energie

Dal 2009 sede stabile del Padova Jazz Club è

il  Cockney London Pub .

Delizioso Art Pub "english style" con pareti tappezzate di quadri

alternati a fotografie in bianco e nero di grandi jazzisti il Cockney London

  è da anni  uno dei principali palcoscenici nazionali della musica jazz . 

Irrinunciabile crocevia per chi ama questo genere di musica ,

offre un calendario concerti attento alle ultime tendenze del jazz contemporaneo.

Al Cockney London Pub troverete un'atmosfera unica ,

intrisa di luci soffuse ,calda umanità e buon gusto .

L'Art Pub è anche location ideale

 per organizzare eventi privati o aziendali.

Informazioni sui concerti jazz

 Amerigo Agostini

348-2451700 ( telefonare pomeriggio /sera )

amerigo.cockney1997@gmail.com

proprietario  Cockney London Pub

Via Garibaldi ,9  35020 Correzzola  PD

Alberto Maria Cipolli 

342-1792603

club@padovajazzclub.it

Presidente  del Padova Jazz Club

 Via Belluno ,14 35020 Legnaro PD

 

 

 

Flag Counter

 

 

Jochen Rueckert,Mike Moreno,Matt Penman,Chris Cheek Quartet

 

 

Maria Grand Trio with Linda Oh & Savannah Harris

venerdì 26 luglio 2019

Maria Grand Trio with Linda Oh & Savannah Harris

 Cockney London Pub/Padova Jazz Club

 Dopo il suo EP di debutto del 2017 Tetrawind ("cinetica e astratta ... intuitiva e fiduciosa", jazzweekly.com), la sassofonista jazz, compositrice e vocalist Maria Grand presenta l'ultimo suo lavoro discografico : Magdalena ,dell'innovativa Biophilia Records.
Il suo intento guida è quello di esplorare i moderni rapporti familiari attraverso la lente dei miti egizi e dei primi cristiani , collegandoli al lavoro pionieristico della terapista familiare Virginia Satir. Procedendo dalla convinzione che "le famiglie guarite guariscono l'umanità", Grand concepisce un insieme di musica all'interno di "una struttura di potere femminile non gerarchica", spiega. "Questo significa che la forma tradizionale degli assoli è esplosa in una conversazione più collettiva."